librerie

Pulsanti Librerie Final Cut Pro X

Panoramica delle librerie di Final Cut Pro X per la gestione di Effetti, Foto, Musica, Transizioni, Generatori, Temi.

Come tutti i prodotti di video editing (o quasi) in commercio, anche Final Cut Pro X dispone di una gestione degli effetti , transizioni, musica, foto etc etc. Si tratta di librerie che vengono man mano aggiornate in alcuni casi anche con le nuove versioni del prodotto della casa di Cupertino. Vediamo in breve i menu che attivano queste librerie dandoci la possibilita’ di completare il nostro progetto video fornendo un “look”, un aspetto,  più professionale al nostro lavoro.

La figura di copertina (Pulsanti Librerie Final Cut Pro X) evidenzia i vari menu disponibili, in dettaglio partendo da sinistra e proseguendo poi verso destra troviamo :

  • Effetti
  • Foto
  • Musica
  • Transizioni
  • Titoli
  • Generatori
  • Temi

Libreria “Effects” :

Effetti

Il pulsante attiva una libreria contenente vari effetti applicabili al progetto video. Gli effetti sono organizzati in sezioni o categorie Video e Audio. La colonna di sinistra della libreria visualizza le categorie mentre a destra abbiamo una “preview” ovvero anteprima dell’effetto. Se passiamo il mouse sull’anteprima otteniamo in tempo reale una visualizzazione di come l’effetto verra’ applicato alla nostra clip.

Selezionando l’effetto e trascinandolo sulla nostra clip (tenendo premuto il tasto del mouse durante l’operazione di trascinamento) otteniamo l’applicazione dell’effetto sulla clip. Ulteriori  parametri dell’effetto possono essere controllati attivando l’inspector. Per la cancellazione dell’effetto o la sospensione temporanea dello stesso e’ sufficiente, sempre tramite inspector, selezionare per cancellare o deselezionare l’effetto per vederlo scomparire dalla nostra clip. L’area di ricerca in basso alla finestra ci fornisce la possibilità di trovare un effetto voluto, conoscendone il nome; E’ sufficiente digitare il temine nell’apposito spazio testo per veder comparire il nostro effetto. Questa funzione e’ detta di “filtro”. Se, al contrario, selezioniamo una categoria effetti qualsiasi, ci verranno listati solo gli effetti appartenenti alla categoria selezionata.

Libreria “Photos” :

Libreria Foto

Il pulsante attiva una libreria contenente tutte le immagini inserite nella applicazione Foto applicabili al nostro progetto video.

Nei Mac Apple esiste un programma denominato “Foto”, precedentemente “iPhoto”.

Se abbiamo caricato le nostre immagini in questo programma, le stesse saranno visibili e selezionabili quindi utilizzabili all’interno del nostro progetto video.

La struttura gerarchica e’ la stessa del programma impiegato per salvare le immagini quindi facilmente riconducibile al nostro metodo di archiviazione. Il pulsante di questa libreria include anche i video. Se abbiamo precedentemente salvato anche dei piccoli video oltre le nostre foto , ci ritroviamo il tutto sempre all’interno di questa libreria e quindi possiamo usare questo materiale semplicemente selezionandolo e trascinandolo in timeline di Final Cut Pro X.

Libreria “Music and Sound” :

lib musica

Nel caso di attivazione del pulsante relativo alla libreria Musica e Suono Final Cut Pro x ci presenta questa finestra contenente materiale musicale da inserire nel nostro progetto video in termini di effetti sonori oppure colonne sonore.

Le sotto librerie visualizzate sono in realtà 2 o 3.

Quella di default (Final Cut Pro Sound Effects) caricata durante la stessa installazione di Final Cut Pro X , poi abbiamo quella relativa ad iTunes e poi una terza che può’ essere presente nel caso di installazione del pacchetto software iLife (contenente Garage Band, applicativo per creare musica).

Anche qui la funzione di filtro presente ci permette di trovare qualsiasi traccia sonora di cui conosciamo il nome. Selezioniamo e trasciniamo il pezzo musicale sulla timeline e aggiustiamolo secondo le nostre necessità. Ricordo che inspector contiene  tutti i parametri relativi alla traccia audio che possono essere gestiti. Una volta inserita la banda musicale nel nostro progetto video e’ possibile inserire anche effetti audio attivando la libreria effetti , quindi “mixare” il tutto creando nuove sonorita’.

Libreria “Transitions” :

lib transizioni

La libreria Transizioni, attivata dal pulsante, visualizza, attraverso la medesima struttura vista in precedenza, una schermata organizzata con la lista delle categorie delle transizioni a sinistra e come sempre una anteprima della transizione , a destra. La transizione non e’ altro che un metodo applicato a due clips per visualizzare il passaggio dalla prima alla seconda in maniera progressiva.

L’inquadratura può’ essere cambiata di netto inserendo una clip e poi la successiva oppure si può’ inserire un effetto di “transizione” per ottenere una sequenza video più “dolce” nel cambiamento dalla clip video precedente alla clip video successiva.

La transizione può’ essere controllata, migliorata e gestita dall’inspector dove vengono riportati i parametri della stessa su cui agire. Si puo’ rallentare o velocizzare una transazione per rendere più brusco o più morbido il passaggio delle inquadrature differenti.

La funzione di filtro in basso permette di inserire il testo del nome della transazione e , come sempre , ritrovare rapidamente l’effetto voluto. La sequenza dei pulsanti cmd + T e’ utile poiché inserisce una transazione di default memorizzata nel pannello delle preferenze (la durata) .

Se dobbiamo inserire , per esempio, sempre la stessa transizione tra varie clips in timeline, possiamo selezionare la transizione dal pannello della libreria (in fig) e con il tasto destro del mouse, configurarla come transizione di default, nel pannello preferenze settiamo la durata e a questo punto , ogni volta che selezioniamo la sequenza tasti cmd + T otteniamo l’inserimento della data transizione scelta e della durata voluta.

Libreria “Titles” :

lib titoli

Il pulsante attiva la finestra dei Titoli utilizzabili in progetto. A sinistra della schermata abbiamo, come sempre, la lista delle categorie dei titoli, a destra la anteprima del titolo che possiamo inserire in timeline  del nostro progetto video.

Dalla versione 10.2.1 sono stati inseriti titoli in 3D , e’ richiesta quindi una capacita’ di elaborazione pesante da parte del computer quindi non stupitevi se diventa pesante gestire il progetto, i tempi di rendering si allungano non di poco, puo’ valere la pena di passare alla modalità’ “proxy” in visualizzazione per liberare risorse. I titoli (e gli effetti) sono modificabili attraverso l’uso di Motion (applicazione Apple relativa alla animazione grafica) , attivabile con tasto destro del mouse sulla anteprima del titolo stesso.

Libreria “Generators” :

lib generatori

Questa libreria contiene delle clips animate chiamate “Generatori“. Sono di fatto clips video utilizzabili come sfondi animati sui quali inserire, per esempio, dei titoli (vedi Clouds) oppure contatori da inserire come titoli animati per scene ad effetto, oppure sipari tenda in movimento da inserire come credit alla fine del progetto video. Non c’e’ molto altro da dire sui “Generators” , il consiglio e’ semplicemente di provarli per aumentare la creatività’ dei vostri video. Il meccanismo e’ lo stesso già’ spiegato per tutte le librerie, si deve selezionare il generatore e trascinarlo in timeline, in questo caso si posizionerà’ sopra il materiale video del progetto ovvero, se il nostro girato si trova in primary storyline, i generators vanno inseriti in secondary storyline proprio per sovrapporsi alle nostre clips, in alcuni casi bisogna agire sul controllo “Trasparenza” per fare in modo che l’effetto si veda sul nostro film. Inspector e’ quindi sempre da tenere aperto in questi casi proprio per agire sui controlli del Generator selezionato.

Libreria “Themes” :

lib temi

Eccoci arrivati all’ultimo pulsante delle librerie di Final Cut Pro X. La carrellata si conclude con la libreria Temi. Questa funzionalità’ , in buona sostanza, racchiude alcuni componenti visti in precedenza ovvero all’interno di questa libreria sono racchiusi per esempio titoli, generatori, effetti che potrebbero essere usati singolarmente ma per comodità sono stati organizzati e raggruppati in questa sezione. Per fare un esempio, supponiamo di aver girato materiale e di volerne fare un documentario, bene, potremmo selezionare dalla lista alla nostra sinistra la voce “Documentary” e a destra vedremo apparire tutti i componenti visti in precedenza “a tema“.  Avremo quindi a disposizione nell’ordine : un video generator, due transizioni , titoli vari, il tutto “a tema” ovvero con una unica linea grafica o layout grafico corrispondente a quel format video, un unico look utilizzabile per tutto il nostro progetto video.

Conclusioni :

Seppur vero che la creatività’ nel nostro progetto video dipende da noi , e’ anche vero che , in Final Cut Pro X , ci vengono in aiuto strumenti messi a disposizione proprio per “creare” qualcosa di innovativo e originale , sempre. A noi rimane di sperimentare queste soluzioni proposte.

Se hai gia’ usato le librerie e vuoi condividere con tutti gli appassionati di Final Cut Pro X alcune tue soluzioni “grafiche” , inserisci il tuo commento qui sotto !

The following two tabs change content below.
Video Editor Final Cut Pro X da quando Apple ha reinventato il montaggio video +25 anni di Informatica alle spalle. Appassionato di Tecnologia da sempre. Creatore di contenuti digitali (Articoli Tecnici / Video Tutorials). Digital Photographer.